AVELLINO, LA MIA VITA

A V E L L I N O

Avellino splendida, mi hai dato i natali,
sei... la mia città, sei nel mio cuore,
come una mamma, passo dopo passo
mi hai protetto, fin da quando ero piccolo,
dai pericoli della vita, facendomi diventare adulto.

Ah, le passeggiate per il corso!
Insieme agli amici,passando per il verde dei platani,
la maestosità della chiesa del SS. Rosario,
alla piazza Libertà, con le sue fontane e cigni,
non si possono proprio dimenticare.

Avellino, il terremoto dell’80,
che ha portato morte e distruzione,
ti ha colpito nell’orgoglio
ed ancora oggi, dopo ventiquattro anni,
porti il segno di quelle orrende ferite.

Avellino, tu sei la regina del Sud,
per la tua regalità,
da sembrare a volte un po’ snob,
sei degna di essere capoluogo
della dolce e verde Irpinia.
PASQUALE BORRIELLO
Montefalcione, Domenica 28/Novembre/2004 – ore 22,43